È la firma di Sara Contardi; l’artista romana nasce in una famiglia che da sempre le trasmette l’amore per l’arte, molti gli artisti nella casa materna, primo fra tutti lo zio, pittore bresciano che sicuramente ha influenzato la sua mano.

Si forma al Liceo Artistico, disegnando piazze, fontane, statue di Roma e partecipando ad esposizioni collettive al Colosseo, studia sviluppo fotografico e fotoritocco.

In seguito si laurea in Sociologia, indirizzo socio-antropologico e tiene corsi di fotografia come volontaria nel carcere minorile di Roma. Si specializza in mediazione familiare, lavora per la Casa della Memoria e realizza due pubblicazioni di ricerca storica in collaborazione con l’ANED e la Regione Lazio.

Ma la passione per l’arte e la ricerca della bellezza, come armonia di forme e colori, hanno sempre continuato ad influenzare la sua formazione e la sua vita.

Tra progetti di grafica, impaginazione, copertine e loghi, ha realizzato diverse collezioni, lavorando con varie tecniche, dall’acquarello al ritocco fotografico, al disegno lavorato al computer, per tornare al dipinto ad acrilico, con l’uso di particolari texture, produce piccole installazioni, spesso accompagna le opere con poesie e racconti brevi. Ha esposto in varie personali e collettive, da Roma a Milano, Genova, Messina, Bergamo, Capalbio, Cosenza, Siena, Pesaro, Livorno, Napoli, Venezia, da Parigi a Bogotà.

Si firma con un simbolo che rappresenta, oltre alle iniziali del suo nome, anche una mezza luna ed una lucertola.

Di sé dice:

Scrivo e dipingo, poesie, storie, disegni e installazioni, faccio foto e fotoritocchi. Credo nel potere della cultura e dell'arte. Ammiro la bellezza, la natura e gli animali. Ho studiato e continuato a sperimentare perché la vita è un'evoluzione costante e la nostra ricchezza è ciò che resta nei nostri occhi e nelle nostre menti.

Amo l'arte perché permette di trasportare messaggi a chiunque; in ogni luogo e in ogni epoca l'arte non cessa mai di insegnare e migliorare chi ne sa godere.

 

 

SC-ART


is the signature of Sara Contardi, Roman artist.

She has made several collections, working with various techniques, from watercolor to photographic retouching, to computer-made drawing, to acrylic painting, with the use of particular textures, producing small installations, often accompanying the works with short writings.

She has exhibited in personal and group exhibitions, from Rome to Milan, Genoa, Messina, Bergamo, Capalbio, Cosenza, Siena, Pesaro, Livorno, Naples, Venice, Paris and  Bogota.

About herself she says:

I write and paint, poems, stories, drawings and installations, I take pictures and photo editors.
I believe in the power of culture and art.
I admire beauty, nature and animals.
I have studied and continued to experiment because life is a constant evolution and our wealth is what remains in our eyes and in our minds.
I love art because it allows you to carry messages to anyone; in every place and in every age it never ceases to teach and improve those who know how to enjoy it.